STARE CON I BAMBINI MI FACEVA STARE BENE! Suor Celina

Sono vissuta in una famiglia molto religiosa leggendo libri sacri, rimasi colpita dai primi cristiani martiri:   “guardate come si amano” . Mi sono sempre sforzata su questo aspetto, di dare il buon esempio.

Fino a 13 anni ho vissuto in casa ho frequentato le suore di un altro istituto…. dal loro esempio ho imparato l’accoglienza, il dialogo, “erano tutte di Dio” e questo mi attirava molto. Avevano inventato le gare del catechismo e altre attività con l’ Azione Cattolica.

Vedendo le suore nella vita del quotidiano, nella semplicità e soprattutto “erano felici”, é scattato in me il desiderio di consacrarmi al Signore. Ho conosciuto le suore della Sacra Famiglia attraverso due bambine che studiavano dalle suore e anche loro aspiravano alla vita religiosa.

Ricordo con più affetto e gioia il lavoro nella scuola materna che ho iniziato da novizia ed ho portato avanti fino a quando ho potuto a causa della salute. Lo stare con i bambini mi faceva stare bene, mi sentivo a mio agio e stavano bene anche loro. Ho fatto tutto con gioia e senza risparmio, e sono stata contenta di servire i più piccoli, i prediletti di Gesù.

In quale figura della Sacra Scrittura sei ritornata durante il corso della tua vita ?

S. Paolo, gli Atti degli Apostoli, lì dove ho sempre incontrato la pratica del Vangelo che fa conoscere proprio Gesù.  Il suo apostolato nella predicazione per far conoscere Gesù.

In quale immagine ti senti più rappresentata?

In un fiore, la viola, perché é quella che sta nascosta, ma emana un grande profumo. Ho preso spunto dalla viola per la mia vita nell’umiltà.